La provincia di Siena si conferma carbon neutral: l’assorbimento della CO2 dall’atmosfera ha superato del 15% le emissioni dei gas a effetto serra

La provincia di Siena si conferma carbon neutral: l’assorbimento della CO2 dall’atmosfera ha superato del 15% le emissioni dei gas a effetto serra

Presentati  i risultati dell’inventario dei gas serra della provincia di Siena per il 2020, realizzato dall’Università di Siena (Ecodynamics Group) e Alleanza Carbon Neutrality 

 

Con il 115% della capacità di assorbimento delle emissioni dei gas a effetto serra, la provincia di Siena si conferma ancora una volta carbon neutral, ottenendo degli ottimi risultati in termini di compensazione.  I dati ufficiali  sono stati presentati venerdì 19 maggio, nel corso del primo appuntamento di ConversAzioni Carbon Neutral 2023. Il report “I risultati dell’inventario dei gas serra della provincia di Siena per il 2020″, a cura dell’Università di Siena, fornisce dati fondamentali per attestare la provincia di Siena carbon neutral: 

 

Nel 2020, la provincia di Siena ha emesso 1.201.004 tonnellate di CO2-eq, contro le 1.345.167 tonnellate di CO2 del 2019, quasi l’11% in meno rispetto all’anno precedente – dice il responsabile dell’Inventario dei gas serra per l’Università di Siena, Federico Maria Pulselli –. Rispetto al 2006, anno in cui è stato redatto il primo report, è 

stato registrato un calo delle emissioni del 25%“.

“Il risultato positivo del 2020 è sicuramente dettato da circostanze straordinarie come il Covid, per cui è importante non abbassare la guardia – dice il presidente di Alleanza Territoriale Carbon Neutrality Siena, Simone Bastianoni –. Continuando con la raccolta e l’analisi dei dati degli anni successivi sarà possibile capire se il ritorno alla normalità e la ripresa delle attività economiche metteranno a rischio la Carbon neutrality”.

 

Come riportato nello studio, dopo un progressivo aumento nel triennio 2017-2019, le emissioni sono diminuite nel 2020 principalmente a causa della riduzione del consumo di combustibili fossili dovuta agli effetti correlati al contenimento della pandemia da Covid: il settore energetico ha visto un considerevole calo di tutti i consumi di carburanti (-29,2%) e, in particolare, della quantità di combustibili fossili per l’autotrazione (-20,5%). Anche le attività industriali hanno ridotto la propria produzione e di conseguenza anche le emissioni di gas serra (-12,5%).

La provincia di Siena è stata, nel 2013, la prima area vasta in Europa a emissione zero di CO2, obiettivo che l’Unione Europea si è data per il 2050.